fbpx

Ragusa, la stagione teatrale Godot chiude con “Il signor F. è morto in treno”

0

Un Teatro Ideal strapieno ha accolto la Compagnia G.o.D.o.T. di Ragusa in un lungo fine settimana di emozioni e commozione. Come sempre ad aleggiare su tutto l’immensa bravura degli attori della compagnia di Federica Bisegna e di Vittorio Bonaccorso che con lo spettacolo “Il signor F. è morto in treno (e altre storie)”, tratto dall’omonimo libro di racconti della scrittrice catanese Maria Greco, hanno salutato il loro affezionato pubblico dopo un anno intero di attività teatrali. Lo scorso week end infatti è andato in scena il consueto spettacolo di fine corso Lab. Senior con ben 17 partecipanti: Giuseppe Arezzi, Giuseppe Arrabito, Beatrice Bracchitta, Sara Cascone, Monica Chessari, Benedetta D’Amato, Andrea Dimartino, Federica Guglielmino, Gaia Guglielmino, Sofia La Rosa, Paolo Lanza, Alessandra Lelii, Benedetta Mendola, Francesco Piccitto, Lorenzo Pluchino, Mario Predoana, Micaela Sgarlata e le piccole Marta Iurato e Marisol Tirri.

La regia strepitosa, geniale e applauditissima è stata firmata ancora una volta da Vittorio Bonaccorso che è stato elogiato con parole di stima e gratitudine dalla stessa autrice Greco, rimasta assolutamente rapita ed estasiata dalla struttura originale e dinamica della direzione di Bonaccorso, che ha curato anche le scelte musicali e la scena, e dallo spessore interpretativo dei corsisti, usando parole intense e da brividi che trovano rimandi a giganti della scena internazionale. Molto apprezzati anche i costumi curati da Federica Bisegna che hanno colpito per la scelta d’impatto del monocromatico a scena. Parole di stima anche dal sindaco di Ragusa, Peppe Cassì, e dall’assessore Iacono che si sono complimentati per l’alta qualità raggiunta. Lo spettacolo si è concentrato sulle storie “Il signor F. è morto in treno”, “Calzolaio lettore”, “Alcesti, “Ipocondria” e “Ravanello”, tutti racconti dal retrogusto quasi pirandelliano, con caratteri che hanno sfiorato il grottesco, il surreale, ma sempre mantenendo una verve naturale.

Commozione nell’emozione poi durante la consegna degli attestati ai senior Giuseppe Arezzi, Gaia Guglielmino, Sara Cascone, Micaela Sgarlata, Andrea Di Martino e Paolo Lanza che hanno concluso il loro percorso di laboratori.

Da venerdì 7 a domenica 9 giugno toccherà invece ai piccoli partecipanti del Lab. Junior calcare la scena del Teatro Ideal con il divertente “Un artista in famiglia”, tre storie di Sara Cascone, Andrea Di Martino, Paolo Lanza e Lorenzo Pluchino, adattate e rielaborate da Federica Bisegna, con la regia di Vittorio Bonaccorso e costumi della stessa Bisegna. Gli orari sono venerdì 7 e sabato 8 giugno ore 20.30, mentre domenica 9 giugno ore 19.30.

La Compagnia G.o.D.o.T. non interrompe di certo il suo lavoro: già avviate le prove per la stagione estiva al Castello di Donnafugata con le rappresentazioni classiche Edipo Re, Medea e Pluto, tre capolavori classici, dal 24 luglio al 25 agosto.

 

Share.

About Author

Comments are closed.