fbpx

Ragusa, bambini in ospedale: Natale in con i clowndottori di “Ci ridiamo sù”

0

Un Natale tra mille bolle di sapone. Leggiadre, magiche, oniriche: sono i veicoli speciali attraverso cui viaggerà la frizzante allegria dei clown dottori e volontari del sorriso dell’associazione Ci ridiamo sù di Ragusa durante le festività.

Diversi gli appuntamenti che impegneranno i dottori dal naso rosso in questo periodo natalizio. Il prossimo giovedì 19 dicembre una speciale mattina al Dipartimento oncologico e all’Hospice di Ragusa. Ospiti d’eccezione i giocatori del Ragusa Rugby che insieme ai simpatici clown dottori faranno un’incursione al reparto ibleo, portando la loro energia. “Ci metto il naso con tutta la mia forza” è il titolo dell’iniziativa con cui questi “omoni”, se si pensa alla prestanza fisica di questi giocatori, mostreranno la loro vicinanza ai pazienti e ai loro familiari. Un modo per dire a chi sta vivendo un momento di difficoltà: “sono qui con te”, perché dallo stare insieme, dalla condivisione, dall’unione si possono trarre forze positive che fanno bene all’anima e quindi al corpo. Sarà una mattina piacevole anche al reparto DH Oncologico dell’ospedale “M.P. Arezzo” di Ragusa Ibla dove sempre i clown dottori, i volontari del sorriso di “Ci ridiamo sù” e i giocatori del Ragusa Rugby parteciperanno a uno speciale rito natalizio voluto dallo stesso personale ospedaliero. Ogni incontro vissuto diventerà un simbolico addobbo dello speciale albero di Natale che abbellirà il reparto in questo periodo. Le esperienze, gli incontri della mattina saranno poi portati metaforicamente in campo dai giocatori del Rugby attraverso uno striscione che sarà esposto durante la partita di domenica mattina 22 dicembre al campo ragusano di rugby.

Nel pomeriggio dello stesso giovedì, alle ore 18.00, un’emozionante scia di bolle di sapone invaderà la sala ex San Giuseppe Artigiano di Ragusa con lo spettacolo “Ci Metto il Naso in una Bolla”. Una danza onirica tra mille e mille bolle, a cui ognuno potrà affidare il proprio sogno per l’anno a venire. Su, voleranno in alto, cariche di speranze, desideri e buoni propositi. Un’atmosfera suggestiva che circonderà tutti i presenti a cui i clown dottori presenteranno il nuovo Clowndario 2020 “Ci metto il naso”, il tradizionale calendario che l’associazione realizza ogni anno i cui proventi serviranno a finanziare il progetto Saturnino che assicura la presenza settimanale dell’associazione al reparto di Dh oncologico all’ospedale “Ompa” di Ibla.

Dal 15 novembre i clown dottori sono in giro nelle scuole della provincia con un estratto di questo spettacolo per educare i piccoli studenti alla solidarietà e allo scambio delle emozioni.

Doppio appuntamento infine per la mattina di sabato 21 dicembre: un gruppo di clown dottori farà una delle loro irresistibili e divertenti incursioni al reparto di Pediatria, di Neonatologia e di Ostetricia e Ginecologia dell’ospedale Giovanni Paolo II di Ragusa, mentre un altro gruppo di dottori dal naso rosso presenterà lo spettacolo con le bolle di sapone ai bambini del Centro di Talassemia di p.zza Igea. Anche lì porteranno le loro speciali bolle di sapone con cui trasmetteranno gli auguri di buone feste.

Le iniziative di Ci Ridiamo Sù, si agganciano ai recenti progetti di umanizzazione della sanità lanciati dall’Ufficio Diocesano della Pastorale della Salute. La presenza al reparto dei clown dottori al Day Hospital Oncologico rientra all’interno del progetto “Saturnino” interamente sostenuto dall’affetto e dal sacrificio di sponsor privati: Siet, Despar Sicilia, SAMOT Ragusa Onlus, Samot Onlus, Studio DEA, Agriplast, Ecofaber – L’Ortovivaismo di Qualità, Bibite Polara, Banca Agricola Popolare Di Ragusa, Emporio Pet City, Prima Classe Ragusa e Ragusaoggi.it.

Per conoscere e supportare l’attività dell’associazione “Ci ridiamo sù” di diffusione della comicoterapia, o scienza del sorriso, è possibile visitare il sito web www.ciridiamosu.it, la pagina facebook oppure è possibile inviare un’email a info@ciridiamosu.it

 

Share.

About Author

Comments are closed.