fbpx

Ragusa, a Le Masserie il Baby Pit Stop Unicef per le mamme che allattano

0

E’ imminente l’apertura del primo BABY PIT STOP UNICEF in provincia di Ragusa. Il progetto è frutto della collaborazione del Comitato ed in particolare del Presidente Provinciale Unicef Ragusa Elisa Mandarà con l’ASP di Ragusa, col Direttore Sanitario Generale Angelo Aliquò, e col suo Team Aziendale Allattamento al seno, di cui fa parte la nuova volontaria UNICEF Dott. Oriana Iacono, che molto si è spesa nel progetto, nonché con la Direzione del Centro Commerciale Le Masserie di Ragusa, che ha messo a disposizione gratuitamente e arredato uno spazio all’interno del centro, un’area di sosta UNICEF per allattare e cambiare il pannolino, atta ad accogliere mamme, papà e bambini.

L’apertura è fissata per sabato 11 alle ore 11, in coincidenza simbolica con la Festa della Mamma. Hanno lavorato alle decorazioni dello spazio gli studenti dell’Istituto Superiore “Galileo Ferraris” – Liceo Artistico Grafica di Ragusa.

Allattare un bambino è un gesto semplice e naturale che le donne dovrebbero poter fare ovunque, anche se a volte risulta difficile. Il Baby Pit Stop è tra le iniziative realizzate dall’UNICEF per garantire i diritti sanciti dalla Convenzione Internazionale sui Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza, in particolare l’art. 24 che tutela il diritto alla salute e si inserisce nell’ambito del Programma UNICEF “Ospedali&Comunità Amici dei Bambini” che prevede l’allestimento di aree attrezzate per accogliere le mamme che vogliono allattare i propri figli quando si trovano fuori casa.

Il termine pit stop è in uso nel mondo della Formula 1 e indica un’area di sosta per il rifornimento veloce di carburante, cambio gomme, ecc. Il Baby Pit Stop (BPS) per le mamme e i bambini è invece un’area allestita dove è possibile “fare il pieno di latte” e il cambio del pannolino. Un ambiente accogliente e riservato dove la mamma che allatta è la benvenuta. Il BPS UNICEF è un servizio gratuito a disposizione di chiunque abbia necessità di accudire un bambino. Perché? L’allattamento non ha orari fissi, né un numero definito di poppate nell’arco della giornata. Esistono molteplici modi di allattare ed è difficile per le mamme prevedere dove e quando il bambino chiederà di nutrirsi.

Alla cerimonia di apertura di sabato 11 sono stati invitai i rappresentanti istituzionali e gli operatori sanitari. Saranno presenti il Direttore Generale dell’Asp Angelo Aliquò, la Presidente del Comitato Provinciale UNICEF Ragusa Elisa Mandarà, il direttore del Centro Commerciale Vito Frisina, la dirigente scolastica con gli studenti dell’Istituto di Istruzione Superiore “GALILEO FERRARIS”, prof.ssa Giovanna Piccitto, il Team dell’Allattamento dell’Asp Ragusa, i Volontari UNICEF.

L’iniziativa promuove il diritto alla salute delle bambine e dei bambini, e veicola l’importante campagna promossa dal TEAM ALLATTAMENTO dell’ASP sulla diffusione della cultura sul latte materno.

Il Comitato Provinciale per l’UNICEF di Ragusa gode del Patrocinio del Comune di Scicli. A supporto del Comitato anche l’agenzia di Comunicazione Medialive.

Share.

About Author

Comments are closed.