fbpx

#Produrreinformati con Area Verde Vivai di Pachino: più sapore, meno costi

0

Accorciare le distanze tra vivaio e cliente, ma soprattutto permettere al produttore di avere tutte informazioni possibili sulle sementi da piantare, per un’agricoltura consapevole e innovativa. È questa la mission di Area Verde Vivai, che lo scorso 19 giugno ha dato il via al progetto #PRODURREINFORMATI, organizzando una serie di incontri nello spiazzale di contrada Cozzo Grillo, dedicati non solo alla clientela ma a tutti i protagonisti del settore agricolo. Da 25 anni tra i più importanti poli vivaistici d’Italia e famosa per i suoi “innesti d’autore”, Area Verde Vivai ha voluto ancora una volta imporsi nel modo dell’ortovivaismo, rafforzando il rapporto di fiducia con l’agricoltore, non solo con prodotti di qualità ma offrendo al produttore la possibilità di entrare direttamente in contatto con quelli che sono i “creatori” delle sementi per la nuova stagione.

Al primo appuntamento alla quale hanno preso parte le più grandi aziende agricole della Sicilia sud-orientale, i produttori hanno potuto confrontarsi con Syngenta Italia, una delle imprese fornitrici di Area Verde Vivai, che ha presentato le sue nuove varietà di pomodori (ciliegino, mini-plum e cuore di bue), zucchine e angurie. La nuova gamma varietale secondo Syngenta è capace di permettere all’agricoltore di far fronte alle richieste di mercato e soddisfare le esigenze del consumatore finale con prodotti più gustosi. “Resistenze genetiche nuove ed esaltazione della componente sapore – ha dichiarato Vincenzo Zangari, Sales Representative di Syngenta Italia – sono questi i punti di forza delle nostre nuove varietà. L’obiettivo è permettere all’agricoltore di abbassare i costi di produzione, grazie al minor numero di trattamenti sulla pianta e quindi maggior attenzione per l’ambiente. Oltre a riuscire a soddisfare le richieste del consumatore finale, sempre più attento al gusto e alla genuinità della materia prima. La partnership con Area Verde Vivai è a tutto vantaggio dell’agricoltore, che da questo progetto può trarre le migliori informazioni e le migliori innovazioni”.

 

Share.

About Author

Comments are closed.