fbpx

Palio dei Normanni a Piazza Armerina: l’integrazione iniziò con Ruggero d’Altavilla

0

Palio dei Normanni a Piazza Armerina. “Una rievocazione che non parla solo di liberazione ma anche di integrazione”. L’attore Pietro Genuardi, volto noto della tv italiana, protagonista di film e fitcion da più di 30 anni, indosserà i panni del conte Ruggero D’Altavilla nella 64esima edizione del Palio dei Normanni di Piazza Armerina, diretto dalla regista Gisella Calì. La rievocazione storica medievale più importante del sud Italia aprirà i battenti domani pomeriggio alle 18 in piazza Semini, con la “Consegna delle armi” davanti al teatro Garibaldi. Saranno impegnati centinaia di figuranti e, da quest’anno, anche un gruppo di attori, ballerini e musicisti. Emanuele Puglia nel ruolo del Malaterra, Gianluca Barbagallo sarà il Gran Cerimoniere, Nicola Costa il Banditore, Turi Amore il Gran magistrato, Federica Amore il Menestrello, Dario Castro il Soldato Normanno, Cristian Benfatto il Dignitario arabo. Guidati proprio da Pietro Genuardi, che ha voluto riempire di contenuti la propria partecipazione al Palio. “È una rievocazione storica – ha dichiarato l’attore milanese – che tende a non discriminare le religioni e le compagini che occupavano la Sicilia in passato. Non è stato solo un discorso di liberazione ma anche di integrazione, e a me fa molto piacere sentire parlare di questi argomenti in un periodo che proprio l’integrazione è affrontata tramite una politica disfattista. Questa scelta premia l’amministrazione di Piazza Armerina e la Regione, che affrontano argomenti importanti anche in un contesto storico lontano mille anni”.

Intanto ieri è partita la prima edizione del MadFest al Castello Aragonese, diretta da Liliana Nigro, che ha registrato una massiccia partecipazione di pubblico. Tra i presenti anche l’assessore regionale al Turismo Manlio Messina, che tornerà in città il 13 agosto per assistere alla “Consegna delle chiavi” in piazza Duomo. “Ritengo che questi siano gli eventi su cui la Regione deve puntare – ha dichiarato Manlio Messina, omaggiato dal Quartiere Monte Mira -, in particolare il mio assessorato. Il Palio è già inserito tra i grandi eventi della Regione e continueremo a mantenerlo. La mia presenza qui vuole anche testimoniare la vicinanza del Governo Musumeci a questa amministrazione comunale che sta ben facendo seppur in un momento di ristrettezze economiche”.

Il MadFest è partito con un corteo di dame, cavalieri e musici della città dei mosaici accompagnati dai figuranti, dagli artisti dell’Associazione Sicularagonensia di Randazzo e da 15 migranti dello Sprar, che hanno dato il via al viaggio nel passato tra musica, menestrelli, artisti di strada, megere e liutai. A seguire la performance artistica “Incanto” dei “Folli” di Ascoli Piceno, acrobati su trampoli che si sono esibiti in danze artistiche. Applausi anche per il momento dedicato al liutaio Giuseppe Severini e Loredana Lanzafame all’interno del castrum medievale allestito nel Castello Aragonese dove la chiromante Anna Gelsomino, come da tipica credenza medievale, ha predetto il futuro ai tanti visitatori.

Faisal Taher, la voce araba dei Kunzertu, ha dato il via al momento musicale più atteso di questa prima giornata di spettacolo introducendo il concerto di Mario Incudine. Oggi sono previsti i giochi pirotecnici realizzati da Vaccaluzzo Events, che vedranno il Castello aragonese protagonista indiscusso.

 

Share.

About Author

Giornalista, laureata in Scienze Politiche, indirizzo storico-politico, collabora con il Giornale di Sicilia, agenzia Ansa, con la trasmissione Rai "UnoMattina - Storie Vere", con la rivista “Città Nuova”, il quotidiano on line Siciliainternazionale, il mensile “Agrisicilia”. Precedentemente, ha lavorato nelle emittenti televisive Telecittà Val d’Ippari, e20sicilia e Videouno, ha collaborato con il quotidiano on line “Il Giornale di Ragusa”, con il settimanale “Centonove”, con i quindicinali “Insieme” e “La Città”. Ha insegnato lingua italiana nella “Santa Maria Goretti Secondary School” di Tarxien (Malta). Nel 2009 ha ricevuto il “Premio giornalistico Angelo Campo”, assegnato dal Panathlon Club di Ragusa e dalla Provincia Regionale di Ragusa.

Comments are closed.