fbpx

Nuovi parroci a Vittoria, Comiso e Pedalino

0

Nuovi parroci a Vittoria, Comiso, Pedalino. Il vescovo monsignor Carmelo Cuttitta ha reso noti alcuni incarichi conferiti a sacerdoti della Diocesi. Alcune parrocchie avranno un nuovo parroco, altre un amministratore parrocchiale.

Don Salvatore Cannata è stato nominato parroco a San Domenico Savio, a Vittoria; don Gianni Mezzasalma parroco a San Giuseppe Artigiano, a Ragusa; don Giovanni Medica parroco alle Anime Sante del Purgatorio, a Vittoria; monsignor Salvatore Burrafato parroco a Maria Santissima del Rosario, a Pedalino; don Enzo Barrano parroco a Sant’Antonio, a Comiso; don Gioacchino Interliggi amministratore parrocchiale a San Massimiliano Kolbe, a Vittoria; don Giuseppe Iacono amministratore parrocchiale al Sacro Cuore a Comiso; don Nello Dell’Agli amministratore parrocchiale a Sant’Isidoro Agricola a Ragusa.

Pe ralcune parrocchie si tratta di cambiamenti epocali. E’ il caso della parrocchia san Domenico Savio dove ha operato, per quasi 40 anni, don Gioacchino Interliggi. Don Interliggi lascia per raggiunti limiti di età; al suo posto ci sarà don Salvatore Cannata, sacerdote vittoriese che ha operato a lungo a Giarratana e Ragusa ed è stato anche rettore del seminario vescovile. Don Salvatore Cannata lascia la parrocchia più popolosa della Diocesi (San Giuseppe Artigiano) e opererà, per la prima volta, nella sua città natale. A San Giuseppe Artigiano si insedierà don Gianni Mezzasalma.

Un altro sacerdote lascia per raggiunti limiti di età: è don Giovanni Nigita, originario di Pedalino. Lascia la parrocchia delle Anime Sante del Purgatorio, a Vittoria, dovearriverà don Giovanni Medica. medica è vittoriese, negli ultimi quattro anni è stato parroco di Maria SS. del Rosario a Pedalino.

Anche don Enzo Barrano lascia una parrocchia dove ha operato per vent’anni, il Sacro Cuore di Comiso e guiderà la comunità parrocchiale di Sant’Antonio, sempre a Comiso. Lascia Sant’Antonio monsignor Salvatore Burrafato che guiderà la parrocchia Maria SS. del Rosario di Pedalino, sua comunità d’origine.

 

Share.

About Author

Comments are closed.