fbpx

Nasce il Parco archeologico di Pantelleria: l’atto nel Castello di Barbacane

0

Nasce il Parco Archeologico di Pantelleria. A dieci giorni dal Parco di Segesta, è stato istituito anche il Parco dell’siola trapanese.

La firma del decreto di istituzione del Parco archeologico di Pantelleria è avvenuta nel giorno di ferragosto, nel Castello di Barbacane. A irmare l’atto è stato l’assessore dei Beni culturali e dell’identità siciliana, Sebastiano Tusa.
Dopo quello di Segesta, istituito il 5 agosto, il Parco di Pantelleria entra a far parte del sistema autonomo dei parchi che prevede piena autonomia gestionale, scientifica e finanziaria. Il Parco comprenderà tutte le zone archeologiche già presenti sull’Isola e non verranno posti vincoli aggiuntivi, ma verrà messo a sistema l’esistente. Tra le zone incluse, l’Acropoli di Santa Teresa, il sito preistorico di Mursia e quello dei Sesi, il villaggio di Scauri scalo e il tempio di Venere nei pressi del lago.
“Firmare il decreto di istituzione del Parco proprio sull’isola e alla presenza di tanti cittadini panteschi – ha detto Tusa – è per me una doppia soddisfazione: da un lato mantenere una promessa, dando la concreta possibilità di sviluppo e di tutela del territorio, dall’altro il segno della vicinanza del governo Musumeci alle popolazioni delle isole minori, troppo spesso in passato abbandonate ai numerosi problemi con cui debbono confrontarsi giornalmente”.
Il Parco archeologico di Pantelleria, con l’inserimento nel sistema regionale dei parchi, rinasce con una nuova spinta, con nuovi strumenti per diventare motore trainante dello sviluppo dell’isola, utilizzando e mettendo a sistema anche le risorse già presenti sul territorio.
“Anche in piena estate – conclude l’assessore – lavoriamo affinché in breve tempo il sistema dei Parchi sia completato. Dalla loro istituzione passa la concreta possibilità di sviluppo del territorio, della ricerca scientifica, della tutela e della valorizzazione dei beni culturali siciliani, straordinaria occasione per una terra che della cultura può e deve fare elemento trainante di progresso”.
Alla cerimonia erano presenti anche l’assessore regionale all’Economia Gaetano Armao, il dirigente generale del dipartimento regionale dei Beni culturali Sergio Alessandro, il sindaco di Pantelleria, Vincenzo Campo e l’assessore comunale alla Cultura, Claudia Della Gatta.
Dall’approvazione della legge regionale 20 del 2000, che ha previsto i Parchi archeologici, nell’Isola ne sono stati istituiti solo cinque: Agrigento, Naxos-Taormina, Selinunte-Cave di Cusa, Segesta e oggi Pantelleria.

Share.

About Author

Comments are closed.