fbpx

Modica, 99° anniversario della strage di Passo di Gatta

0

In occasione del 99esimo anniversario della strage di Passo Gatta, l’Anpi provinciale di Ragusa aderisce alla commemorazione promossa da Cgil, Cisl, Uil e Comune di Modica. 

Il 29 maggio 1921 a Modica un corteo di lavoratori fu attaccato dalle squadre fasciste, che spararono sulla folla uccidendo 6 manifestanti. Non fu l’unica strage nel territorio: agli inizi degli anni ’20, numerose furono le violenze e i delitti commessi nel tentativo di frenare l’avanzata delle conquiste da parte del movimento dei lavoratori. Spaventati dalla propaganda, dalle occupazioni delle terre, dai comizi affollati, dai cortei con migliaia di manifestanti e dalla vittoria elettorale in alcuni comuni, la borghesia e gli agrari della provincia iblea finanziarono e armarono i Fasci di combattimento. Squadre di delinquenti comuni e di elementi reclutati nel sottoproletariato urbano, inquadrati militarmente da ex combattenti, cominciarono a scorrazzare da un comune all’altro del circondario, forniti di armi e mezzi, per dare man forte ai fascisti locali nei pestaggi degli avversari e nelle devastazioni dei circoli socialisti e delle Camere del Lavoro. L’instaurazione del regime fascista fu terribile, caratterizzata di gravi violenti episodi in tutto il territorio ibleo, come nel resto d’Italia. 

La commemorazione della strage di Passo Gatta ci porta a riflettere sulla necessità di ricostruire un filo di unità tra le generazioni, tra passato e presente, per conoscere la Storia, sopratutto locale, e capire l’ enorme prezzo pagato dal nostro popolo durante il Fascismo. E’ importante approfondire la nostra Storia per comprendere il sacrificio compiuto da migliaia di donne e uomini, operai, braccianti e intellettuali, che hanno costruito, giorno dopo giorno, l’opposizione al regime fascista. Non fu solo l’ importante contributo degli antifascisti siciliani nelle formazioni partigiane nel centro-nord, ma fu anche e sopratutto l’azione quotidiana, clandestina, di opposizione e costruzione di una prospettiva futura, duramente repressa dal regime. Dobbiamo assumere e trasmettere questo insegnamento, per rafforzare la nostra democrazia, a partire dall’affermazione concreta dei principi contenuti nella Costituzione Italiana. 

L’Anpi provinciale di Ragusa da anni è impegnata nel territorio ibleo per riconnettere la storia dell’antifascismo ibleo alle nuove generazioni, nell’idea che la democrazia è un valore da difendere e coltivare giorno dopo giorno, attraverso l’impegno, la cultura e la conoscenza. 

Share.

About Author

Comments are closed.