fbpx

“Mia madre non lo deve sapere”, a Vittoria il libro di Chiara Francini

0

“I siciliani sono molto calorosi e capaci di osservare, applauso”, Chiara Francini esordisce chiamando e ricevendo l’applauso del numeroso pubblico accorso nella Sala Convegni del Polo Fieristico della Città di Vittoria. L’attrice ha animato la seconda giornata della 52ᵅ Campionaria Nazionale d’autunno presentando il suo ultimo romanzo, “Mia madre non lo deve sapere”, edito da Rizzoli. Il primo dei tre appuntamenti culturali, curati da Alessandro di Salvo, e inseriti nel programma della Campionaria, ha riempito oltre la sua capienza la sala convegni. Dopo il saluto del direttore Davide La Rosa, l’attrice e conduttrice toscana, ha dialogato con la giornalista Giada Drocker, mostrando l’esuberanza del suo essere attrice ma svelando anche la sua vena da scrittrice (è al secondo romanzo dopo, “Non parlare con la bocca piena” del 2017).

“Io non sarò mai la più bella di tutte, non sarò mai la più brava di tutte ma non c’è nessuna più Chiara Francini di me”, il tono ironico e teatrale si alterna a momenti di riflessione profondi, rivolti soprattutto alle donne che sono le protagoniste assolute del romanzo. “Condividere è come il lievito. Fa la felicità croccante”, Chiara Francini utilizza una delle sue frasi preferite per spiegare al pubblico, divertito e partecipe, il suo modo di intendere la condivisione, l’amicizia e la felicità. Per sottolineare il concetto, con i suoi modi schietti e diretti ha reso l’idea dicendo che: “ll vero amico non è quello che patisce quando patisci, ma è quello che gode quando godi”. Chiara Francini, un’ora di felicità, è riuscita a regalarla al pubblico della Campionaria che, fra citazioni colte, omaggi (a Pippo Baudo) e anche una poesia cantata a cappella, forse quest’ora, se l’è proprio goduta. L’appuntamento con la cultura torna martedì 6 novembre alle 20.00, sempre in sala convegni, solo alla 52ᵅ Campionaria Nazionale d’autunno a Vittoria.

Share.

About Author

Comments are closed.