fbpx

Lotta al cancro: il concerto di Fresu e di Bonaventura al Bellini di Catania

0

Sono pochissimi e sono davvero gli ultimissimi biglietti per i “ritardatari”. Dal loggione alla platea, dal primo all’ultimo ordine dei palchi, sono praticamente tutti venduti (ne restano appena una ventina) gli oltre 900 posti del Teatro Massimo Bellini per il concerto “Catania per AIRC” che domani, domenica 10 novembre, alle ore 20, vedrà sul palco i musicisti jazz Paolo Fresu e Daniele di Bonaventura con lo spettacolo “In maggiore”. L’evento, come è noto, è organizzato dalla Delegazione AIRC di Catania ed è inserito nel cartellone nazionale delle manifestazioni per “I giorni della ricerca” con l’obiettivo di raccogliere fondi da destinare alla ricerca scientifica per la lotta al cancro. Alla vigilia dello spettacolo è grande la soddisfazione degli organizzatori: “Anche quest’anno – ha commentato il prof. Riccardo Vigneri, presidente Fondazione AIRC Sicilia – i siciliani hanno accolto con tempestività e partecipazione l’appello del mondo della ricerca: una vicinanza che tocchiamo con mano anche quando con i giovani ricercatori AIRC incontriamo i giovani nelle scuole, come abbiamo fatto in questi giorni nelle province di Catania e Messina, e condividiamo con loro i progressi della scienza nella lotta al cancro”.

La serata di charity sarà introdotta dall’attrice Manuela Ventura che, sia pur impegnata in teatro e nel cinema (in uscita a fine novembre il film con Antonio Albanese su Cetto Laqualunque), ha accolto con grande entusiasmo l’invito dell’AIRC a fare da madrina all’evento di domenica al Bellini. Serata che vedrà anche un piccolo ma significativo contributo, quello di Jacaranda, la “Piccola orchestra giovanile dell’Etna”: formazione fra musicisti in erba – il più piccolo ha 19 anni, il più grande 27 – che propongono brani originali in siciliano per una nuova musica popolare contemporanea. Accanto a chitarre, mandolini, basso, flauto e clarinetto, i giovani di Jacaranda imbracciano strumenti della tradizione popolare come zampogna, friscaletto, marranzano, bouzouki, fisarmonica e percussioni da varie parti del mondo. Un sound originale e orientato verso la world music, quello di Jacaranda che di recente con il suo progetto – un laboratorio di scrittura creativa* – per i giovani dell’Istituto Penale per i Minorenni di Acireale (Ct), ha ottenuto il patrocinio del Ministero della Giustizia.

Alla raccolta fondi di “Catania per AIRC” partecipa anche l’Ame (Associazione Musicale Etnea) che vi destinerà l’incasso della serata tra biglietti e quota abbonamenti. Partner dell’evento Fideuram, la private bank del gruppo Intesa-San Paolo che, focalizzata per sua mission sulla ricerca dell’eccellenza e la determinazione nell’affrontare nuove sfide, condivide con AIRC i valori fondanti del sostegno alla ricerca scientifica per sconfiggere il cancro. Per il concerto “Catania per AIRC. Fresu e di Bonaventura al Bellini” biglietti da 15/25/35 euro (più diritti di prevendita: 2€ per platea e palchi; 1.50€ per galleria) nel circuito Box Office. Info 095.506848, cell. 3331879440 – 3492411995 – 3389224603, email del.catania@airc.it.

Share.

About Author

Comments are closed.