fbpx

“La Tavola delle Culture” e “La dieta mediterranea”: due progetti al Curcio di Ispica

0

L’Istituto “Curcio” di Ispica avvia dodici  percorsi formativi,  finanziati  dai Fondi Strutturali Europei nell’ambito del Programma Operativo Nazionale “Per la scuola, competenze e ambienti per l’apprendimento  2014-2020”  avvisi  AOODGEFID/1953 del 21.12.2017 e AOODGEFID206 del 10.1.2018,  entrambi piani finanziari destinati al potenziamento delle competenze di base in chiave innovativa a supporto dell’offerta formativa nelle scuole dell’infanzia e alle scuole del I e II ciclo.  I percorsi nelle lingue straniere mirano al consolidamento delle competenze nell’inglese e nel francese ai fini dell’acquisizione delle certificazioni previste dal Quadro Comune Europeo per le Lingue, in particolare i livelli B1 e B2. I percorsi di matematica  sono finalizzati  al recupero delle competenze di base e al consolidamento delle competenze in logica, calcolo delle probabilità, calcolo combinatorio  ai fini della partecipazione alle diverse  selezioni delle Olimpiadi di Matematica, dei Giochi del Mediterraneo e dei Giochi Matematici della Bocconi, momenti formativi sui quali l’istituto investe da anni. I percorsi di scienze sono finalizzati, anche attraverso numerose esperienze di laboratorio, al consolidamento delle competenze in vista dei Giochi della Chimica, delle Olimpiadi di Fisica e delle Olimpiadi di Neuroscienze a cui la scuola partecipa con importanti risultati da anni. Altri percorsi di scienze sono finalizzati alla conoscenza delle biodiversità del territorio a livello geologico e naturalistico.  Dei percorsi sono destinati al consolidamento delle competenze civiche: interessanti sono soprattutto il progetto “La Tavola delle Culture”  e “La dieta mediterranea” destinati in particolari agli studenti dell’indirizzo alberghiero. Infine il  percorso “La bottega dell’italiano” è destinato al consolidamento e recupero delle competenze in italiano attraverso esperienze di giornalismo, di scrittura creativa, di lettura recitata e di approfondimento  delle innumerevoli potenzialità “artigianali” della lingua madre. I progetti  coinvolgono gli studenti di tutti gli indirizzi liceali e professionali dell’istituto. “Si tratta – spiegano il dirigente scolastico Maurizio Franzò e la vicepreside Gabriella Bruno – di un ventaglio largo e articolato di esperienze di arricchimento formativo che come scuola vogliamo far vivere ai nostri studenti. Sono percorsi di alto spessore, spendibili nell’esperienza scolastica immediata ma soprattutto nel futuro lavorativo e formativo dei nostri ragazzi. A tutti gli studenti e ai docenti coinvolti  il nostro augurio è quello di portarli avanti con passione, entusiasmo e determinazione”.

Giuseppina Franzò

Share.

About Author

Comments are closed.