fbpx

“La sfilata dei santi”: una risposta ad Halloween attraverso la storia dei beati

0

Non certo una parata o un corteo tanto per fare notizia, ma un’occasione per fare conoscere i santi più noti del nostro calendario attraverso una manifestazione che corre parallela ad Halloween, ricorrenza di origine celtica influenzata dalle tradizioni statunitensi, che ha preso campo anche nel nostro Paese.

Torna per il terzo anno consecutivo, giovedì 31 ottobre, la Sfilata dei Santi, organizzata dall’associazione “Regina Coelorum” e dalla “Milizia dell’Immacolata”, che coinvolgerà un’intera comunità, da tempo all’opera per interpretare e raccontare la storia dei propri santi preferiti.

«Se Halloween si svolgesse in un altro periodo dell’anno non ci toccherebbe così tanto – spiega padre Giacomo Ribaudo, parroco della parrocchia “Maria SS del Carmelo ai Decollati”  –  invece sentiamo la necessità di dire anche la nostra. Halloween nasce scherzosamente, ma finisce per contrastare le due feste cristiane di Tutti i Santi e dei Morti. Noi vogliamo che passi altro genere di messaggio».

Il concentramento sarà alle 20.30 a piazza Pretoria, da dove si partirà percorrendo un  piccolo pezzo di via Maqueda per incamminarsi lungo via Vittorio Emanuele e  raggiungere piazza Marina. Davanti alla Chiesa di “San Giorgio dei Napolitani”, i Santi sfileranno ancora una volta, chiamati a raccolta dallo stesso padre Ribaudo, per poi dare spazio ai bambini che, dall’alto, lanceranno dei bigliettini con su scritto la frase del poeta e giornalista francese Leon Bloy:  “Non che una tristezza: quella di non essere santi”.

Una serata che in tutte le edizioni passate ha suscitato parecchia curiosità, ma che ha sicuramente reso questa festività, la prima tra le numerose che ci condurranno gioiosamente al Santo Natale, ancora più speciale.

Share.

About Author

Comments are closed.