fbpx

La Posta di Babbo Natale a Maletto. Luca dividerà i suoi doni coi bimbi poveri

0

La “Posta di Babbo Natale” approda anche a Maletto. Nel piccolo comune alle falde dell’Etna l’iniziativa promossa da Poste Italiane ha coinvoloto 30 alunni della scuola elementare “Galileo Galilei”. I ragazzi hanno scritto le loro letterine p0er Santa Claus e le hanno imbucate in una speciale cassetta allestita presso l’Ufficio Postale di via Armando Diaz. Tutte le letterine impostate verranno raccolte dai “Postini di Babbo Natale” che le indirizzeranno al Polo Nord.

Gli alunni si sono esibiti eseguendo canti tradizionali natalizi e riscuotendo gli apprezzamenti e  un grosso applauso dal pubblico. Poi, la piccola Marianna ha letto la sua letterina, chiedendo a Babbo Natale un fratellino e tanta salute per genitori e nonni. Così anche Luca, che promette di dividere i doni che riceverà con i bambini più poveri.

Presente all’evento presso l’Ufficio Postale di Maletto anche il Sindaco Giuseppe De Luca, il quale ha ringraziato Poste Italiane per l’iniziativa che vede protagonisti i bambini, “piccoli cittadini coinvolti nella continuità delle tradizioni e dei valori che il Natale rappresenta”.

C’è un’altra novità per tutti i bambini  che scriveranno a Babbo Natale, saranno i protagonisti di una vera e propria “missione”. La migliore amica di Santa Claus, la renna Matilda, sta cercando di salvare gli animali in via d’estinzione e tutti i bambini potranno aiutarla giocando con l’app dedicata, scaricabile gratuitamente dagli store Google Play e Apple Store. Nella risposta di Babbo Natale i bambini riceveranno le istruzioni per partecipare al gioco insieme ad una sorpresa: gli stickers a tema e il distintivo di “amico di Babbo Natale” da applicare a caldo sui vestiti.

 

Ogni anno Poste Italiane riceve e smista migliaia di letterine che i bambini inviano a Babbo Natale con i più svariati indirizzi di fantasia, assicurando loro una risposta personalizzata. Di anno in anno il fascino di una tradizione antica si rinnova grazie all’entusiasmo di tutti, testimoniato dal numero crescente di lettere spedite: dalle 40.000 del 1999 alle 130 mila del 2017. Anche per il Natale 2018 si prevede un elevatissimo volume di corrispondenza destinata a Babbo Natale.

La lettera, infatti, continua a rappresentare uno dei momenti più belli del Natale, una consuetudine che Poste Italiane sostiene promuovendo il piacere della scrittura come strumento espressivo sia nella sua forma tradizionale sia nelle sue evoluzioni digitali.

 

 

Share.

About Author

Comments are closed.