fbpx

“Il Mediterraneo Invisibile” mostra di Piero Guccione a Edoné Arte Viva di Vittoria

0

Dal 24 marzo al 13 maggio, a Vittoria, lo spazio “Edoné – Arte Viva”, ospiterà la mostra “Il mediterraneo Invisibile”. la mostra raccoglie circa 40 opere di Piero Guccione,  quasi tutti dipinti, scelti tra quelli dei primi anni di attività del maestro sciclitano, quelli del cosidetto “periodo romano” quando il giovane Guccione operò nella Capitale.

Lo spazio espositivo di Edoné è ricavato nelle sale di palazzo Bertone, in Via Cavour 39 a Vittoria. La mostra è curata da Giovanni e Livio Bosco. “Roma era allora  baricentro dell’arte italiana e non – spiegano Giovanni e Livio Bosco – in quel periodo il giovane Guccione cominciò ad ottenere i primi riconoscimenti, rendendosi partecipe attivo della scena romana di quegli anni, dimostrando già allora la grande coerenza d’artista che caratterizzerà quasi tutta la propria produzione. In quegli anni Guccione frequenta i neo realisti Attardi e Vespignani, con i quali prenderà parte al Gruppo i Pro e i Contro, ed oltre al crescente interesse da parte di gallerie e critica, da lì a poco dopo diventerà assistente di Renato Guttuso all’Accademia di Belle Arti di Roma, dove in seguito sarà anche titolare di cattedra. I lavori in mostra sono contraddistinti dalla presenza, non ancora palese come in quelli più recenti, dell’amato mediterraneo, qui presente sotto forma di essenza, luci e colori… Tra le opere selezionate notevoli sicuramente sono i due olii del 1965 “Giardino Mediterraneo” e “Balcone”, superbi esempi della ricerca di quel periodo che incarnano in pieno l’idea di questa esposizione; Oltre a questi due lavori è da citare anche lo splendido pastello di qualche anno a seguire dal titolo “La collina vicino Dresda” opera realizzata in occasione della mostra tenutasi nella galleria parigina di Claude Bernard ad inizio anni ottanta. La mostra che si dividerà in due sezioni presenta nella sala principale le opere ad olio di metà anni sessanta, cancelli, balconate e sorci di ville romane, fulcro dell’esposizione, dove già è possibile riscontrare la grande intensità pittorica che contraddistinguerà da lì a seguire il proprio lavoro.

Al piano inferiore di Palazzo Bertone sarà invece ospitata una bi-personale di Piero Guccione insieme ad Arturo Di Modica. “Del pittore maestro della Scuola di Scicli – continuano Giovanni e Livio Bosco – sarà in mostra un antologia di grafiche storiche, mentre a rappresentare Arturo Di Modica una serie di sculture, alcune inedite qui in Italia, in bronzo ed acciaio lucidato”.

La mostra sarà aperta tutti i giorni escluso il lunedì, il pomeriggio dalle 17 alle 20.30. Sabato e domenica anche la mattina dalle 10.30 alle 13.00.

Share.

About Author

Giornalista, laureata in Scienze Politiche, indirizzo storico-politico, collabora con il Giornale di Sicilia, agenzia Ansa, con la trasmissione Rai "UnoMattina - Storie Vere", con la rivista “Città Nuova”, il quotidiano on line Siciliainternazionale, il mensile “Agrisicilia”. Precedentemente, ha lavorato nelle emittenti televisive Telecittà Val d’Ippari, e20sicilia e Videouno, ha collaborato con il quotidiano on line “Il Giornale di Ragusa”, con il settimanale “Centonove”, con i quindicinali “Insieme” e “La Città”. Ha insegnato lingua italiana nella “Santa Maria Goretti Secondary School” di Tarxien (Malta). Nel 2009 ha ricevuto il “Premio giornalistico Angelo Campo”, assegnato dal Panathlon Club di Ragusa e dalla Provincia Regionale di Ragusa.

Comments are closed.