fbpx

I Kunsertu a Vittoria. Gli spettacoli musicali di “Paralleli Sonori n. 4”

0

I Kunsertu a Vittoria. Il gruppo musicale  che calcò le scene con grande successo negli anni 80 e 90, torna ad esibirsi a Vittoria. Il 4 maggio, alle 21, nel Chiostro delle Grazie di Vittoriasi terrà il concerto dello storico gruppo che ritrova i suoi i fan che, da sempre, li seguono con la voglia di riprendere le fila di un discorso musicale che nel corso di questi ultimi trent’anni ha continuato a risuonare nella passione e nell’affetto di chi non ha mai perso la speranza di rivederli e riascoltarli. Il concderto è organizzato dall’associazione Quattroetrentatre all’interno della rassegna “Paralleli Sonori n.4”, con il patrocinio del Comune di Vittoria. Il direttore artistico è Alessandro Nobile.

I Kunsertu interruppero la loro avventura 23 anni fa, dopo la pubblicazione di Fannan. Due anni fa il ritorno, con gran parte del nucleo originario di nuovo insieme sul palco del Palacultura di Messina. Poi altre date dal vivo e la pubblicazione di un antologico, 1984/2016, contenente anche tre inediti.   Dopo il debutto discografico del 1984 con l’album omonimo, il successo per i Kunsertu iniziò ad arrivare con il secondo lp, Shams, del 1989, trascinato dalla versione “definitiva” di Mokarta, uno dei brani più amati che già era stato pubblicato con un arrangiamento diverso sia nel primo disco che in un successivo lp.

Bella figliola ca ti chiami Rosa/chi bellu nomi mammete t’ha misu/

u nomi bellu di li rosi/ lu megghiu sciuri di lu paradisu

(da Mokarta)

I Kunsertu propongono una musica fuori da stereotipi e sulla quale è impressa la musica contadina, le scale della tradizione. I Kunsertu da sempre cantori di una società distante eppure vicina. Una musica popolare nuova che racconta i cambiamenti della società, la mescolanza dei popoli e delle lingue, l’italiano e l’arabo, i dialetti che avvicinano Oriente e Occidente, e che si snoda in un processo di formazione idealmente assimilabile alla nascita del jazz urbano di New Orleans passando per la musicalità orientaleggiante e il vocalismo dei cantori, le influenze provenienti dal Maghreb ma anche con sfumature ska e reggae.

I Kunsertu sono: Maurizio “Nello” Mastroeni  (chitarre), Roberto De Domenico (percussioni), Egidio La Gioia (voce e chitarra elettrica), Giacomo Farina (tamburelli e percussioni), Faisal Taher (voce), Fabio Sodano (flauto traverso e fiati etnici), Tanino Lazzaro (fisarmonica e piano), Gianluca Sturniolo (sax), Massimo Pino (basso elettrico), Stefano Sgrò (batteria), Gaetano Leonardi (fonico).

Share.

About Author

Comments are closed.