fbpx

I 150 della nascita di Fulvio Stanganelli, le iniziative organizzate dalla Pro Loco di Comiso

0

Inizieranno il prossimo 17 ottobre le manifestazioni per celebrare i 150 della nascita del canonico Raffaele Flaccavento, noto ai comisani con lo pseudonimo di Fulvio Stanganelli, primo direttore della biblioteca comunale a lui intitolata e autore, fra le altre cose,  del testo “Vicende storiche di Comiso” che costituisce il punto di riferimento per chi vuole ricostruire la storia della città.

La Pro Loco di Comiso ha organizzato cinque eventi che si snoderanno fino a maggio 2021 per ricordare lo storico e l’uomo di chiesa. Si parte sabato prossimo con un convegno presso l’aula Pietro Palazzo ,in via degli Studi, a cui prenderanno parte mons. Giovanni Battaglia, che parlerà della formazione giovanile di Raffaele Flaccavento, il giornalista Antonello Lauretta che si occuperà dell’uomo di chiesa e il prof. Salvatore Bucchieri che si soffermerà sulla figura di Fulvio Stanganelli storico.

In questo modo la Pro Loco di Comiso, grazie al patrocinio dell’ARS, del Collegio dei Questori dell’Assemblea Regionale, del Comune di Comiso, e con la collaborazione del Club per l’Unesco di Comiso, dela Sovrintendenza di Ragusa, del Museo Civico di Storia naturale di Comiso e della Biblioteca Comunale “Fulvio Stanganelli”, intende ricordare la figura del canonicoe dello storico, a 150 anni dalla nascita, approfondire aspetti significativi della microstoria di Comiso attraverso lo studio dei Bollettini annuali curati da Stanganelli, sensibilizzare ai valori della comisanità incarnati da Raffaelle Flaccavento/ Fulvio Stanganelli, promuovere turisticamente il territorio attraverso le celebrazioni dell’anniversario della nascita dello storico comisano, stimolare alla riflessione sul rapporto microstoria –  macrostoria.

<<Gli eventi organizzati dalla Pro Loco di Comiso per ricordare la figura di Fulvio Stanganelli alias Raffaele Flaccavento sono un atto dovuto nei confronti di uno studioso che ha permesso di ricostruire la storia della nostra città dalle origini e che attraverso la sua infaticabile e appassionata attività di bibliotecario ha salvato dalla distruzione centinaia di manoscritti preziosi e volumi antichi che costituiscono il “Fondo antico” della biblioteca comunale a lui intitolata- ha detto il presidente della Pro Loco di Comiso, Maria Stella Micieli. Queste manifestazioni sono il frutto di un complesso e proficuo lavoro di squadra per il quale mi preme ringraziare il Presidente dell’ARS on. Gianfranco Miccichè, il Presidente del Collegio dei Questori Giorgio Assenza, il Sindaco di Comiso Maria Rita Schembari, il Presidente del Club per l’Unesco Tina Vittoria D’Amato, il direttore scientifico del Museo di Storia Naturale, Gianni Insacco, il direttore della Biblioteca comunale, Giuseppe Strada, Dario Puglisi Cascino, Salvatore Distefano e tutti gli altri  che a vario titolo, credendo nell’iniziativa, ne hanno caldeggiato e reso possibile  la realizzazione>>

Share.

About Author

Comments are closed.