fbpx

Comitato per l’istituzione delle Zone Franche Montane: 132 chiedono chiarezza a Stato e Regione

0

Il 29 ottobre dalla commissione Finanza e Tesoro del Senato della Repubblica Italiana, ha chiesto dei chiarimenti all’assessore siciliano Armao sulla Legge che prevede l’istituzione delle Zone Franche Montane in Sicilia, Legge che all’Ars è stata approvata all’unanimità il 17 dicembre 2019.

Nella risposta che Armao ha dato, ha ribadito il contenuto dell’articolo 6 delle disposizioni approvate dal Parlamento regionale, ovvero, che “agli oneri derivanti dall’attuazione della Legge, pari a 300 milioni euro annui, si provvede mediante corrispondente riduzione del Fondo per gli investimenti strutturali di politica economica”.

«La Legge attende la validazione dei 2 rami del Parlamento – dichiara Riccardo Compagnino, esperto di finanza pubblica, che fa parte del comitato pro ZFM – in quanto da oltre 70 anni non sono state emanate corrette norme di attuazione dello Statuto in materia finanziaria. Se ciò fosse accaduto non sarebbe stata necessaria nessuna interferenza romana, se non la presa d’atto di prerogative che da sempre sono in capo alla Regione Siciliana».

«La commissione Finanze e Tesoro del Senato – dice Vincenzo Lapunzina, presidente del comitato – ha atteso per settimane un riscontro dall’assessore Armao, per concludere il percorso istruttorio e passare all’Aula il testo. Il vice presidente della Regione ha ottemperato in ritardo a un suo preciso obbligo istituzionale e questo atteggiamento ha arrecato incalcolabili danni socio-economici a tutte le comunità che vivono nelle montagne dell’Isola. Non possiamo tacere il nostro disappunto e la preoccupazione che proprio dalla Sicilia si voglia rallentare un percorso che è vitale anche per il futuro della Sicilia».

Share.

About Author

Giornalista, laureata in Scienze Politiche, indirizzo storico-politico, collabora con il Giornale di Sicilia, agenzia Ansa, con la trasmissione Rai "UnoMattina - Storie Vere", con la rivista “Città Nuova”, il quotidiano on line Siciliainternazionale, il mensile “Agrisicilia”. Precedentemente, ha lavorato nelle emittenti televisive Telecittà Val d’Ippari, e20sicilia e Videouno, ha collaborato con il quotidiano on line “Il Giornale di Ragusa”, con il settimanale “Centonove”, con i quindicinali “Insieme” e “La Città”. Ha insegnato lingua italiana nella “Santa Maria Goretti Secondary School” di Tarxien (Malta). Nel 2009 ha ricevuto il “Premio giornalistico Angelo Campo”, assegnato dal Panathlon Club di Ragusa e dalla Provincia Regionale di Ragusa.

Comments are closed.