fbpx

Comiso, la mostra New Life di filippomaria Giudice. Dedicata al corpo femminile

0

Un uomo, una donna, una famiglia, una sola espressione artistica. Filippo Giudice e Maria Lodato(in arte “filippomaria” espongono da domani alla Sala Pietro Palazzo.

La mostra, dal titolo “New Life”  La loro storia inizia più di 50 anni fa, culmina nel matrimonio e prosegue ancora oggi. Entrambi appassionati di arte (Filippo aveva frequentato l’Istituto statale d’arte di Comiso, Maria, originaria di Niscemi, aveva studiato all’Istituto d’Arte di Caltagirone), si sono incontrati a Palermo, dove entrambi si erano recati per sostenere gli esami di abilitazione all’insegnamento.

«Ci sposammo pochi mesi dopo – racconta Maria – e andammo a vivere a Ragusa. Da quel momento, la nostra unione ha percorso anche il binario dell’arte. Avevamo una formazione artistica diversa che si è fusa negli anni nella ricerca di un progetto comune, mai eguale a se stesso. Io avevo studiato a Caltagirone, dove c’è una tradizione più classicista. Filippo aveva maturato a Comiso la propensione verso un’arte più moderna. Io utilizzavo colori più vivaci, Filippo prediligeva quelli più nordici, più freddi». Da anni, le opere di Filippo e Maria si firmano solo con il doppio nome.

Le loro opere hanno una peculiarità. Sono dedicate, quasi esclusivamente, al corpo femminile. Una ricerca cromatica ed uno studio attento delle forme del corpo della donna, con una forte impronta erotica, che mai però sconfina nell’uso commerciale di esso. «Il corpo femminile è armonioso – spiega Filippo – la figura femminile, da sempre, ispira l’arte ed è così anche per noi. Per noi ogni donna (bella, brutta, comunque essa sia …) contiene in se quella carica erotica che la natura le ha dato e che noi cerchiamo di cogliere e di ridonare attraverso le nostre opere. La nostra arte, dedicata alla donna, vuole esprimere anche l’armonia tra noi, sia nella vita artistica che personale».

La loro carriera artistica è molto lunga. Hanno lavorato a lungo come designer, arredatori, hanno vissuto a Ragusa, ma anche a Monaco di Baviera. Approdano negli Stati Uniti nel 1997, nel pieno della maturità artistica e vivono lì per 19 anni. Nel 2014 hanno fatto ritorno in Italia. Vivono a Ragusa.

Fanno parte dell’associazione Arteinsieme e da domani esporranno nella sala Pietro Palazzo. La mostra  che proporrà sia delle sculture che delle opere pittoriche, sarà inaugurata alle 18,30. Sono previsti gli interventi del presidente di Arteinsimee, Marcello Nativo, del vice, Michele Canzonieri, del professore Alfredo Campo, del critico d’arte federico Caloi. La mostra rimarrà aperta fino al 7 gennaio.

Share.

About Author

Giornalista, laureata in Scienze Politiche, indirizzo storico-politico, collabora con il Giornale di Sicilia, agenzia Ansa, con la trasmissione Rai "UnoMattina - Storie Vere", con la rivista “Città Nuova”, il quotidiano on line Siciliainternazionale, il mensile “Agrisicilia”. Precedentemente, ha lavorato nelle emittenti televisive Telecittà Val d’Ippari, e20sicilia e Videouno, ha collaborato con il quotidiano on line “Il Giornale di Ragusa”, con il settimanale “Centonove”, con i quindicinali “Insieme” e “La Città”. Ha insegnato lingua italiana nella “Santa Maria Goretti Secondary School” di Tarxien (Malta). Nel 2009 ha ricevuto il “Premio giornalistico Angelo Campo”, assegnato dal Panathlon Club di Ragusa e dalla Provincia Regionale di Ragusa.

Comments are closed.