fbpx

Comiso, festa di Maria SS. Addolorata e il canto del tradizionale “Inno”

0

Si concludono a Comiso i festeggiamenti in onore di Maria SS. Addolorata. La festa, che si svolge la terza domenica di maggio, è slittata di una settimana poer la coincidenza con la Pentecoste. E’ una festa molto attesa, una delle manifestazioni liturgiche esterne più attese della città.

Momenti clou la Via Matris, con la rievocazione dei momenti di Maria ai piedi della Croce, che si è svolta venerdì e la tradizionale “svelata” del simulacro della Vergine, sabato sera, tra la folla esultante, all’inizio della celebrazione che è stata presieduta dal vescovo di Ragusa, Carmelo Cuttitta.

Domani alle 18, l’inizio della processione con l’uscita del simulacro ed il tradizionale “Inno” alla Madonna Addolorata, eseguito, in piazza Fonte Diana, dal coro delle voci bianche della parrocchia Maria SS. Annunziata. Poi la processione, molto attesa, per le vie cittadine. a conclusione della processione, il simuloacro farà ritorno in piazza Fonte Diana, dove un tenore, accompagnato dal coro di voci bianche e dalla banda musicale, eseguirà l’Ave Maria di Caccini. I festeggiamenti si concluderanno a mezzanpotte con lo spettacolo pirotecnico.
La festa di Maria SS. Addolorata di Comiso è caratterizzata da uno stile sobrio ed elegante ed è uno dei momenti più sentiti nelle comunità religiose cittadine.

(foto da facebook, di Salvo Inghilterra)

Share.

About Author

Giornalista, laureata in Scienze Politiche, indirizzo storico-politico, collabora con il Giornale di Sicilia, agenzia Ansa, con la trasmissione Rai "UnoMattina - Storie Vere", con la rivista “Città Nuova”, il quotidiano on line Siciliainternazionale, il mensile “Agrisicilia”. Precedentemente, ha lavorato nelle emittenti televisive Telecittà Val d’Ippari, e20sicilia e Videouno, ha collaborato con il quotidiano on line “Il Giornale di Ragusa”, con il settimanale “Centonove”, con i quindicinali “Insieme” e “La Città”. Ha insegnato lingua italiana nella “Santa Maria Goretti Secondary School” di Tarxien (Malta). Nel 2009 ha ricevuto il “Premio giornalistico Angelo Campo”, assegnato dal Panathlon Club di Ragusa e dalla Provincia Regionale di Ragusa.

Comments are closed.