fbpx

Chiaramonte Gulfi, l’edicola votiva di San Giorgio torna al suo posto

0

Torna al suo posto l’edicola votiva di San Giorgio a Chiaramonte Gulfi. L’edicola, nei giorni scorsi, è stata smontata, restaurata e successivamente rimontata, riportandola nella precedente posizione in cui si trovava fino all’inizio del secolo scorso.

L’edicola, con tutta probabilità, è ciò che rimane di una precedente chiesetta che sorgeva poco distante. La sua esistenza è attestata in un testo del 1658 del gesuita palermitano padre Lorenzo Finocchiaro. Non si conosce con esattezza dove si trovasse la chiesetta, ma certamente si trovava all’esterno dell’abitato, lungo le strade che conducevano verso le contrade della pianura, dove si trovavano molti insediamenti rurali e alcune chiesette di campagna.

Un comitato spontaneo sorto a Chiaramonte, di cui fa parte anche lo storico Giuseppe Cultrera, ha curato il restauro e la risistemzione dell’antica edicola, che il 6 aprile, alle 11, sarà uffiialmente inaugurata.

Nel giorno della domenica in Albis, quando a Chiaramonte si svolge l’antica festa in onore della Madonna di Gulfi (anch’essa retaggio del culto mariano nelle contrade limitrofe a Chiaramonte), la lunga processione che dal santuario di Gulfi conduce  a Chiaramonte, si ferma per una sosta all’altezza dell’edicola di San Giorgio, che si trova a metà del percorso. Viene intonato il canto del “Tota Pulchra”.

La festa della Madonna di Gulfi è legata alla tradizione popolare e ad un’antica leggenda. I “portatori” che, con fatica, portano la statua (una statua in marmo del peso di 800 chili, di scuola gaginesca) in un’ora esatta dal santuario fino alla piazza cittadina, coprendo un percorso di 4,5 chilometri. Sono previste solo due brevi soste: all’edicola di San Giorgio e poco prima della piazza principale, quando il simulacro viene rivestito con il manto azzurro e viene adornato con gioielli e con la corona.

Share.

About Author

Giornalista, laureata in Scienze Politiche, indirizzo storico-politico, collabora con il Giornale di Sicilia, agenzia Ansa, con la trasmissione Rai "UnoMattina - Storie Vere", con la rivista “Città Nuova”, il quotidiano on line Siciliainternazionale, il mensile “Agrisicilia”. Precedentemente, ha lavorato nelle emittenti televisive Telecittà Val d’Ippari, e20sicilia e Videouno, ha collaborato con il quotidiano on line “Il Giornale di Ragusa”, con il settimanale “Centonove”, con i quindicinali “Insieme” e “La Città”. Ha insegnato lingua italiana nella “Santa Maria Goretti Secondary School” di Tarxien (Malta). Nel 2009 ha ricevuto il “Premio giornalistico Angelo Campo”, assegnato dal Panathlon Club di Ragusa e dalla Provincia Regionale di Ragusa.

Comments are closed.