fbpx

Chiaramonte Gulfi, concorso di poesia. Ecco le giurie e le novità

0

Il Concorso di Poesia Chiaramonte Gulfi-Città dei Musei, quest’anno giunto alla X edizione, ha reso noti i nomi dei componenti delle due giurie tecniche che avranno il compito di decretare, rispettivamente, i vincitori della sezione “Libri editi” (sezione D) e i vincitori delle sezioni di poesia inedita (A, B. e C). Anche quest’anno, le due giurie sono state scelte in base ad alti meriti letterari e accademici e fanno tutti parte del mondo dell’editoria o della letteratura. Inoltre, come avviene ogni anno, quasi tutti i membri sono stati scelti ex novo. Il direttore della manifestazione, il poeta Sergio D’Angelo, dichiara: “Sono veramente orgoglioso delle due giurie: entrambe, sono composte da alte personalità che giudicheranno i componimenti con grande preparazione, professionalità e imparzialità”.

I membri della giuria sezione Libri Editi:

Emilia Barbato (Napoli, 1971) risiede a Milano. I suoi testi sono apparsi in diverse antologie e sull’Aperiodico ad Apparizione Aleatoria delle Edizioni del Foglio Clandestino.

“Geografie di un Orlo” (CSA Editrice, 2011) è la sua prima raccolta. Seguono “Memoriali Bianchi” (Edizioni Smasher, 2014) e “Capogatto” (Puntoacapo Editrice, 2016). Con quest’ultima silloge ha vinto il primo premio – sezione Libro edito, in occasione della IX edizione del Concorso Nazionale di Poesia ‘Chiaramonte Gulfi – Città dei musei’.

Pippo Di Noto (Vittoria, 1963). Poeta bilingue – lingua italiana e dialetto siciliano – risiede a Ragusa.

Ha pubblicato le seguenti sillogi poetiche in dialetto siciliano: “I trafichi ra nanna” (Ed. Ci.Di.Bi. 1990); “Rimmi, pueta…” (Ed. Iblea Grafica 1991); “Siti di Paci” (Ed. Quaderni del Giornale di Poesia Siciliana 2004); “Paci e amici” (Libroitalianoworld 2008); “Tenni a mmari” (Ed. Le Fate 2017). Inoltre, annovera la silloge poetica in lingua italiana “Primo giorno di scuola” (Ed. Iblea Grafica 1997) e numerosi contributi sul web e su antologie cartacee.

Ha vinto i premi “Città di Marineo”, “Ignazio Buttitta” di Favara, “Mario Gori” di Ragusa, “Angelo Musco” di Milo, “Nino Martoglio” di Grotte.

Operatore culturale, collabora con varie scuole per la realizzazione di progetti sul dialetto siciliano e sull’Haiku.

Dario Pepe (Lentini, 1980), attualmente vive a Comiso. Svolge la professione di docente di italiano, latino e greco presso gli istituti medi e superiori della provincia di Ragusa.

Coltiva da molti anni la passione per la poesia, da lui intesa sia come percorso di ricerca stilistica che come scandaglio delle contraddizioni che regolano l’esistenza umana. Ha vinto numerosi premi letterari, tra cui il Premio di Poesia Giovanile “Mario Gori” di Ragusa, il Premio Agorà di Augusta, il Concorso Internazionale di Poesia “Messina Città d’Arte”, il Premio Letterario “Il Murgo gioiosano” di Gioiosa Marea, il Premio di Poesia “Il Paese delle Robbe” di Milena e il Premio “Acitrezza, terra dei Ciclopi”.

Nel 2012 ha pubblicato la sua prima raccolta di versi, “Non plus ultra” (Bastogi Ed., Foggia), con prefazione di Giovanni Occhipinti. Nel 2015 ha dato alle stampe la plaquette “Nel profondo” (Ed. Vitale, Sanremo).

Marinella Tumino (Ragusa, febbraio 1969). Si laurea in Pedagogia, a Catania, nel luglio 1992. Docente di Materie Letterarie, dal 2006 insegna presso un istituto tecnico statale della sua città. Nel 2011 pubblica il suo primo libro, “Quel treno per la Polonia” (Ed. Operaincerta), in seguito ad un’esperienza indelebile vissuta in Polonia con 34 studenti e altri due colleghi. Nell’ottobre 2014 esce il suo primo romanzo, “Frammenti d’anima” (Ed. Giovane Holden – Gruppo Feltrinelli).

Nel gennaio 2018 esce la sua ultima opera “L’urlo del Danubio” (Ed. Operaincerta), che ottiene una lettera d’encomio da parte del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.

Giusy Zingale: nasce a Catania e vive a Santa Croce Camerina, Laureata in Lettere Moderne.

Appassionata di letteratura straniera (soprattutto russa e inglese), ama partecipare ai “Reading” di poesia e alle manifestazioni culturali.

Vincitrice del Concorso Internazionale di Poesia Inedita ‘Il Federiciano’, ed. 2016, con la lirica “I giorni buoni di Gennaio”;

Finalista alla IIa e IIIa edizione del Premio Letterario ‘Salvatore Quasimodo’, nel 2016 e 2017.

I membri della giuria sezioni di Poesia inedita:

Laura Maria Caponetti (Gela, 16/10/1975). Webwriter per Youkid.it, precedentemente redattrice di finzionimagazine.it nel quale recensiva libri di narrativa.

Su Youkid.it si occupa da quattro anni di letteratura per ragazzi ricevendo i testi da case editrici quali Giunti, Il Castoro, Sinnos, Battello a vapore, Terre Di Mezzo, Beccogiallo, etc. Sempre su Youkid.it cura due rubriche: “La Costituzione nello zainetto”, in collaborazione con Giunti, e una rubrica di poesia contemporanea dal titolo “Versi in fila indiana”.

Nell’estate del 2015 vince il Concorso di narrativa breve organizzato dalla rivista di arte, cultura e identità siciliana «Le Fate» con il racconto “Lui, il cane e io” ed è ospite di Licata autori. Nel gennaio 2016 alcune poesie inedite vengono pubblicate sulla rivista letteraria «L’EstroVerso». A dicembre 2016 vince il primo posto nella sezione poesia del Premio Efesto Città di Catania.

Salvatore Militello (Niscemi, 1964). Per diversi anni si dedica alla lettura della poesia del Novecento. Nel 2008, in occasione della Giornata Internazionale della Pace ‘San Francesco d’Assisi – Città di Piazza Armerina’, riceve il diploma Accademico per la classe letteratura, conferito dall’Accademia Araldica Internazionale ‘Giovanni Paolo II’ – Università della Cultura, Roma.

Da diversi anni collabora con il “Centro Culturale Mario Gori di Niscemi” dando voce alla poesia attraverso manifestazioni, recital e raduni poetici.

Nel 2010 pubblica un volume di poesie dal titolo: “Esaltazione dell’essere”. Nel 2012 scrive l’incipit del volume di inediti “Poesie in lingua e in dialetto” del poeta niscemese Mario Gori, scomparso nel 1970.

Sergio Russo (Ragusa), lavora come editor per le collane scientifiche dell’Istituto di Gestalt HCC di Ragusa, per la casa editrice “La Cittadella” e per diversi autori.

Ha già al suo attivo alcune pubblicazioni su Leonardo Sciascia, Lorenzo Vecchio, Santo Piazzese, Carmelo Samonà, su Camilleri e Gadda, saggi sulla poesia in lingua italiana di autori italiani emigrati all’estero e sugli autori italiani tradotti nel mondo.

Non contento dell’italiano, ha tradotto dal francese “L’entre” di Bin Kimura per l’Istituto di Gestalt HCC di Ragusa. È stato caporedattore della rivista telematica “Iblalab” e ha collaborato con articoli di argomento letterario e di varia cultura ad altri giornali telematici e cartacei.

Collabora all’organizzazione del festival letterario “A Tutto Volume” e del Premio Letterario Caffè Moak. Nell’ambito di “A Tutto Volume” ha presentato tra gli altri, i libri di Vetri, Malvaldi, Lipperini, Vitali, Recami.

Salvatore Stornello (Comiso, 14/03/1985). Vive ad Acate dove svolge la professione di psicologo e responsabile dell’équipe socio-psico-pedagogica per le scuole della città.

Ha fondato un centro ascolto multidisciplinare ad Acate, dove è assessore alla cultura.

Scrive poesie e si è classificato al primo posto al XII premio di poesia “Napoli è”, con la poesia “A Salvatore Quasimodo”; nell’edizione successiva (XIII) dello stesso premio, si è classificato nella terna vincitrice, con la poesia “La sera”.

Ha vinto il primo premio di poesia nel quarto concorso “Hiscor”, con la poesia “Rimembranze”, e ha fatto parte della commissione giudicatrice nella edizione dello stesso concorso.

È critico letterario e dirige la rubrica cultura per la testata giornalistica on line “Italreport.it”.

Maria Concetta Trovato (Modica, 06/06/1987). Dopo la maturità classica e la Laurea in Lingue e Letterature Straniere, conseguite entrambe con il massimo dei voti, è risultata vincitrice di un Dottorato di Ricerca in Filologia Moderna, poi conseguito nel 2016, con un progetto sui “Dialoghi con Leucò” di Cesare Pavese. Due volte insignita del Premio Cesare Pavese per la saggistica inedita, è Cultore della Materia per la cattedra di Letteratura Italiana presso la Struttura Didattica Speciale di Ragusa e docente precaria di lingua inglese presso il Miur. Recentemente ha anche conseguito la Laurea Magistrale in Lettere Moderne.

Autrice di due pubblicazioni accademiche incentrate sulla figura di Cesare Pavese, Maria Concetta Trovato lavora attualmente alla sua prima silloge poetica dal titolo “Tema e Variazioni”.

 

 

Share.

About Author

Comments are closed.