fbpx

…. Ancora suggerimenti per dipingere la porcellana ….

0

Ancora suggerimenti per dipingere la porcellana.

Eravamo rimasti alle foglie, come esercizio non solo per imparare a farle, ma per saper  destreggiare con maestria il pennello.

Ora facciamo il passo successivo. Generalmente i soggetti preferiti per gli oggetti di porcellana e ceramica, sono i fiori e la frutta. I paesaggi e le figure sono pasaggi successivi, diciamo che quando si è imparata la tecnica e si ha una certa padronanza di questa pittura, si può dipingere tutto ciò che si vuole, sarà l’inclinazione di ciascuno che porterà a preferire l’uno o l’altro soggetto.

Quindi iniziamo con i fiori. Un fiore molto utile per imparare è la rosa di macchia, o rosa canina, se si preferisce. Un fiore semplice con cinque petali che convergono al centro.

Quindi sulla nostra piastrella sciogliamo il colore, consiglio il rosa perché è più visibile la pennellata, mentre inizialmente sconsiglio il giallo che svela le sue sfumature in cottura o il fiore bianco che richiede un capitolo a se.

Prendiamo un modello (internet è piena di modelli di tutti i tipi),  e disegnamo il nostro fiore, con la matita grassa, specifica per la ceramica e porcellana perché si cancella in cottura. Non preoccupatevi per le macchie che può lasciare sull’oggetto perché anche queste spariranno.

Fate un disegno, all’inizio non preoccupatevi delle dimensioni, perché serve per esercitarvi. Intingete il pennello con le indicazioni che ho dato nel precedente scritto e iniziate a fare i petali. A differenza delle foglie, nei petali si parte dall’esterno verso il centro. Con la matita segnatevi un punto centrale di riferimento, servirà a far convergere le pennellate in maniera corretta.

Avrete cura di fare delle pennellate che all’inizio saranno larghe (a pennello piatto) e man mano che vi avvicinate al centro solleverete, in modo da “stringere” il campo e far sì che realizzi la forma a triangolo del petalo. La seconda pennellata sarà fatta sul lato opposto del petalo e alternando fino a unire le due parti con una pennellata centrale che unirà il petalo.

Vi accorgerete che  le sfumature sono date dalla consistente più o meno ottenuta dal pennello, non bisogna mai aggiungere colore per avere un effetto più denso, ma al contrario togliere colore per esaltare la parte in colore che si vuole mettere in evidenza. Il colore si toglie con il pennello intinto di trementina, quasi asciutto, altrimenti si espande sul resto della pittura, danneggiando il resto… comunque niente di irreparabile.

Fate questo lavoro allo stesso verso per tre petali, per gli altri due dipingete in senso inverso. Quindi se i primi tre petali li avrete fatti da sx verso dx, per gli altri due vi orienterete da dx a sx. Questo eviterà che il vostro fiore somigli ad una girandolina.

Finito ciò, con il pennello pulito e appena umido di trementina, togliete il colore in eccesso che ha invaso il centro del fiore e …. ricominciate da capo, senza cancellare il primo campione, questo, come ho già detto, vi aiuterà a capire i progressi fatti e gli eventuali errori da non ripetere.

Lavorate sempre e comunque su semplici piastrelle, per il vaso di Limoges da regalare alla nonna c’è tempo.

Per eventuali chiarimenti contattatemi su Fb teresaliadesign e aiutatevi sempre guardando i tutorial che affollano YouTube.

Buon lavoro.

Share.

About Author

Comments are closed.