fbpx

Alla Reggia di Caserta, mille collezionisti siciliani di creazioni Thun

0

Più di mille persone, provenienti dalla Sicilia, hanno partecipato, il 20 ottobre, alla Reggia di Caserta, all’evento organizzato da THUN, la storica azienda di ceramiche nata a Bolzano, per festeggiare i 20 anni dalla nascita del suo Club; non ultimo il lancio della nuova collezione Natale.

Il denominatore di cloro che hanno preso parte alla “trasferta” regionale il fatto di essere collezionisti di creazioni THUN. «Una risposta davvero importante da parte una regione dove storicamente l’azienda è sempre stata presente con numerosi punti vendita e nella quale vogliamo continuare ad investire, anche per il futuro dei giovani in cerca di lavoro – ha commenta Paolo Denti, amministratore Delegato di THUN SPA.

Il programma della giornata ha previsto cancelli aperti per tutti gli ospiti dell’azienda bolzanina per un sabato pomeriggio di visite ai tesori della Reggia tra sconfinati giardini, ricchi di vegetazione, fontane e luoghi segreti e nascosti, e le stanze del Palazzo, con percorsi dedicati nei sontuosi Appartamenti Reali. Grandiosi allestimenti, esclusive anteprime per tutti i fan, tra cui la nuova collezione, oggetto dei desiderarlo di migliaia di appassionati. Incredibili intrattenimenti hanno chiuso questa esperienza unica e indimenticabile, che si è conclusa con un emozionante spettacolo serale ricco di musica, immagini e colori: un video mapping sulla facciata della Reggia, il più grande d’Europa. Un evento che non ha dimenticato di celebrare anche la Fondazione Lene Thun e i suoi straordinari traguardi nel supporto, attraverso i laboratori attivi di ceramico-terapia, alla degenza dei piccoli malati dei reparti oncologici dei più importanti ospedali d’Italia.

L’importanza di Thun in Sicilia. THUN, azienda bolzanina famosa per i tradizionali angeli di ceramica, negli ultimi anni ha avviato un’ importante attività di recruiting sul territorio che oltre  a rinforzare il personale di vendita, ha creato nuove opportunità di inserimento per giovani laureati. Attraverso l’attività’ della Fondazione Lene Thun, l’azienda oggi sostiene numerose attività di ceramico-terapia ricreativa in oltre 20 strutture ospedaliere. L’attività della Fondazione si concentra soprattutto nei reparti di oncoematologia pediatrica che comportano una lunga e pesante ospedalizzazione. I laboratori, che si svolgono una volta alla settimana, vengono coordinati dallo staff di volontari e da ceramisti della Fondazione e sono offerti gratuitamente alle strutture e ai pazienti. In particolare  in Sicilia la Fondazione è presente  con la sua attività al Policlinico Vittorio Emanuele di Catania e all’ Ospedale Civico di Palermo.

LA FONDAZIONE LENE THUN. Dal 2006 la Fondazione Lene Thun, certificata ONLUS, promuove la modellazione dell’argilla come terapia ricreativa, offrendo laboratori gratuiti in contesti di malattia e di disagio, principalmente sul territorio italiano. La Onlus altoatesina è stata fondata da Peter Thun per ricordare la gioia e i benefici provati da sua madre, la Contessa Lene, mentre plasmava l’argilla dando forma alle celebri figure Thun. La manipolazione dell’argilla agisce su due piani: regala un’immediata sensazione di benessere, di piacevolezza e divertimento, e dall’altro lato permette, attraverso la creazione di forme tridimensionali, di dare voce alla propria sfera emotiva, attenuando le paure e la sofferenza interiore, creando i presupposti per ricevere aiuto e sviluppare l’autostima e la socializzazione

Nel 2014, nasce il progetto “Fondazione Lene Thun negli Ospedali”, che prevede la realizzazione di Laboratori permanenti di modellazione della ceramica all’interno dei reparti pediatrici di grandi ospedali italiani. L’efficacia della terapia ricreativa come sostegno ai protocolli medico farmacologici è riconosciuta scientificamente ed è l’anima dei 38 laboratori ceramici ricreativi della Fondazione, che lo scorso anno ha avuto l’onore e il piacere di decorare con le opere d’arte realizzate dai bimbi il grande Albero di Natale di Piazza San Pietro e di festeggiare con i piccoli artisti, assieme a Papa Francesco, il Santo Natale.

Share.

About Author

Comments are closed.