fbpx

Alessio e Simone: un anno dopo. Il ricordo nella basilica di San Giovani battista di Vittoria

0

La città di Vittoria si ferma per ricordare Alessio e Simone D’Antonio. I due cuginetti furono travolti da un suv l’11 luglio 2019. Alla guida c’era Rosario Greco, palesemente ubriaco. Il suv investì i due bambini che erano seduti sul marciapiede di un’abitazione di fronte alla casa di Alessio (Simone abitava poco distante, sulla stessa strada) tranciando le gambe. Alessio morì sul colpo, Simone, dopo aver subito un intervento di amputazione, cessò di vivere tre giorni dopo, il 14 luglio, prpoprio negli stessi istanti in cui, nella basilica di San Giovanni battista, si celebrava il funerale di Alessio.

L’11 luglio, alle 20, Vittoria ricorderà ancor auna volta i due bambini divenuti simbolo dell’ingiustizia e di una necessaria legalità. I due bambini che hanno dato uno scossone – e forse una svolta – alla vita della città.

La celebrazione eucaristica di suffraggio sarà celebrata dal vescovo di Ragusa, monsignor Carmelo Cuttitta. La celebrazione sarà trasmessa in diretta sulla pagina facebook “Basilica San Giovanni battista – Vittoria”.

La commissione straordinaria che guida il comune di Vittoria li ricorda così.

“Oggi è un giorno tristissimo per Vittoria ed i suoi cittadini, perché ricorre il primo anniversario dell’assassinio e del martirio di Alessio e Simone.

Nel corso di quest’anno, il pensiero per queste due creature e per tutti i loro coetanei è stato oggetto di attenzioni da parte di tutte le Istituzioni, fino all’incontro con il Presidente della Repubblica in occasione dell’inaugurazione dell’anno scolastico a L’Aquila nel settembre scorso. Ad Alessio e Simone abbiamo voluto dedicare ed intitolare progetti educativi e formativi per gli alunni degli istituti comprensivi di Vittoria, grazie a speciali finanziamenti che abbiamo ottenuto dal MIUR e che, il Ministro Lucia Azzolina, nella sua recente visita nella scuola di Alessio e Simone ha voluto ricordare.

Come Commissione Straordinaria, ci costituimmo parte civile al processo per onorare la memoria di Alessio e Simone e contro la protervia criminale che teneva in ostaggio i cittadini per bene di Vittoria. Ed a conclusione del processo, che condannava l’autore del duplice terrificante omicidio, al Comune di Vittoria veniva riconosciuto un cospicuo risarcimento, la cui somma sarà destinata ad Istituti che si curano di bambini affetti da gravi patologie”.

Share.

About Author

Comments are closed.