fbpx

Al via “A Tutto Volume”, festival dei libri a Ragusa

0

Al via domani l’11^ edizione di A Tutto Volume, il festival dei libri che fino a domenica accoglierà decine di incontri letterari nei luoghi più belli di Ragusa superiore (domani e sabato) e del quartiere antico di Ibla (domenica). Cresce l’attesa per l’inaugurazione, in programma alle 18.00, come da tradizione in piazza San Giovanni. La platea rigorosamente ordinata e controllata nel rispetto delle normative anti covid-19 accoglierà il noto giornalista Giovanni Floris che presenterà il libro “L’alleanza” (Solferino), da qualche giorno nelle librerie italiane. Alle 19.30 il programma curato dal direttore artistico Alessandro Di Salvo, coadiuvato dai guest director Massimo Cirri, Federico Taddia e Antonio Pascale, entrerà nel vivo con la prima terzina di autori composta da Lidia Ravera con “Tempo con bambina” (Bompiani), MariaGiovanna Luini con “La via della cura” (Mondadori) e Lirio Abbate con “’U siccu” (Rizzoli). Alle 21.00 altri tre incontri molto attesi in programma: Chicco Testa presenterà “La crescita felice” (Marsilio), mentre piazza Poste omaggerà il maestro Andrea Camilleri con il reading “L’alba di Montalbano” in una versione speciale confezionata dalla casa editrice Sellerio appositamente per il festival ragusano e piazza San Giovanni ospiterà Diego De Silva e il Trio Malinconico con “I valori che contano” (Einaudi). In programma nel pomeriggio della prima giornata di incontri anche il primo appuntamento per ragazzi con Sara Rattaro e il suo “La formula segreta” (Mondadori). Un avvio più che scoppiettante per la manifestazione letteraria tra le più attese in Sicilia che per un intero fine settimana accende i riflettori del mondo letterario nazionale sul territorio ibleo. Il Comune di Ragusa è da sempre a sostegno del festival, quest’anno con un significato più profondo: in un periodo così difficile Ragusa riparte infatti dalla cultura, nel pieno rispetto delle norme anticovid. “Più volte abbiamo detto dell’esigenza di imparare a convivere con il virus – commenta il sindaco di Ragusa, Peppe Cassì – Si tratta di un vero e proprio mutamento delle nostre abitudini, da vivere non come mera limitazione ma come capacità di adattamento. In questo senso anche “A Tutto Volume” si adatta a una formula nuova, senza però rinunciare a quel fermento che da oltre un decennio anima straordinariamente la nostra città, contribuendo a connotarla come polo culturale di primo livello. L’edizione di quest’anno, in cui abbiamo fortemente creduto, è un tassello della nostra ripartenza, che non può che incardinarsi attorno alla cultura”. Una manifestazione che porta ogni anno il capoluogo ibleo e il suo territorio alla ribalta nazionale. Lo sottolinea l’assessore comunale alla Cultura, Clorinda Arezzo: “Quando pochi giorni fa il Corriere della Sera ha titolato sul fatto che Ragusa scommette sulla letteratura ha solo in parte colpito nel segno. Verissimo è che quest’anno puntare sulla cultura, specie se “di piazza”, è difficoltoso come mai prima d’ora, e non che prima fosse semplice, ma è altrettanto vero che Ragusa ha compiuto questa scelta da diversi anni e che la scommessa può ormai considerarsi vinta. La nostra è una città per sua natura culturale, una comunità che ama leggere. La vera scommessa è semmai quella di continuare a rinnovarsi, a migliorarsi, a guardare avanti”. Per tre giorni le piazze e i monumenti barocchi torneranno a “pulsare” accogliendo scrittori, autori, giornalisti ma soprattutto i lettori. Un circuito virtuoso, come sottolinea Pietro Agen, presidente della Camera di Commercio del Sud Est: “È uno degli eventi letterari più importanti del Sud Italia, avendo già dimostrato, negli anni precedenti, una grande capacità di accogliere autori, editori, linguaggi ed idee di provenienza e generi diversi. Una manifestazione che riesce a coniugare iniziative di alto contenuto culturale alle migliori espressioni di capacità di attrazione del nostro territorio nei suoi aspetti turistici, culturali ed eno-gastronomici”. Un festival che dunque apre sempre nuovi scenari, spiega il commissario del Libero Consorzio tra Comuni, Salvatore Piazza: “A tutto volume è un inno alla cultura, un evento che è motivo di orgoglio per tutta l’intera provincia. Ogni anno il meglio del panorama letterario italiano fa tappa in terra iblea in occasione di questa manifestazione. E dove c’è cultura, c’è progresso civile e sociale”. Ma c’è anche prevenzione, come testimoniato dalla collaborazione con l’Asp Ragusa annunciata dal manager Angelo Aliquò: “A tutto Volume è uno degli eventi più apprezzati non solo nel nostro territorio ma in tutto il Paese. È un momento di aggregazione a tutto campo e diventa un’occasione che permette di incontrare tante persone. L’Azienda Sanitaria di Ragusa ha pensato di essere parte attiva perché è un nostro preciso intento veicolare il messaggio dell’importanza della prevenzione garantita dai servizi sanitari del territorio. Quest’anno, a causa del Covid-19, abbiamo messo al centro l’importanza della vaccinazione antinfluenzale. Infatti, nelle serate di apertura e chiusura della manifestazione, allestiremo punti informativi per i cittadini. Inoltre, durante la presentazione dei libri di Riccardo Iacona e di Andrea Vianello, avremo la possibilità di affrontare due problematiche molto importanti e impattanti: covid-19 e l’ictus. Occasioni di riflessioni su temi che ci toccano tutti da vicino”. Non solo letteratura, A Tutto Volume 2020 è anche arte e cinema d’animazione con un omaggio a Mimmo Paladino, uno dei principali esponenti della Transavanguardia italiana: Domani, venerdì 9 ottobre, alle ore 19.30, a Palazzo Zacco l’inaugurazione della mostra Storyboard. L’arte di Mimmo Paladino tra disegni e cinema d’animazione, mentre sabato 10 ottobre, alle ore 21.00,al Teatro della Badia un altro momento dedicato a Paladino con la proiezione del suo primo film Quijote. Gli ospiti attesi nelle giornate di sabato e domenica sono: Riccardo Cucchi, Federico Taddia, Annamaria Testa, Sara Rattaro, Giuseppe Lupo, Mario De Caro, Romana Petri, Fabio Stassi, Fabio Francione, Gabriella Greison, Riccardo Bocca, Nando Pagnoncelli, Riccardo Staglianò, Marcello Sorgi, Costantino D’Orazio, Melania Mazzucco, Riccardo Iacona, Luca Telese e Andrea Vianello, fino alla chiusura affidata a Gianrico Carofiglio nel doppio incontro delle 21.00 e delle 22.00 a all’ex Distretto di Ragusa Ibla. Tutti gli appuntamenti sono a numero chiuso con prenotazione obbligatoria. Info e programma sulle pagine social del festival e sul sito https://www.atuttovolume.org. “A Tutto Volume” è organizzato dalla Fondazione degli Archi, con il sostegno del Comune di Ragusa, del Libero Consorzio di Ragusa, della Regione Siciliana, dell’Ars, della Camera di Commercio del Sud Est e dell’Asp di Ragusa e con il patrocino dell’Università di Catania e di Confcommercio di Ragusa. Media partner Radio

Share.

About Author

Comments are closed.