fbpx

«Agata 2021| In assenza un documentario»: iniziativa a Catania

0

La festa di Sant’Agata, per la prima volta, non porterà in processione il busto reliquario. Oggi non si è svolta la tradizionale passeggiata della Carrozza del Senato, il 4 e 5 settembre, vietata ogni manifestazione religiosa esterna.

L’omaggio a Sant’0Agata continua però in teatro grazie alla Compagnia Zappalà Danza che ha deciso di regalare alla città e all’Italia intera una serata di rievocazione di questo appuntamento così importante e sentito. Il 3 e 4 febbraio Scenario Pubblico dedica due serate in streaming alla figura e alla Festa della patrona di Catania. Il 3 febbraio alle 20.30 «Agata 2021| In assenza un documentario» di Roberto Zappalà diviso in due parti: la prima, «Prova sicura», è costituita da interviste e momenti delle prove dello spettacolo «A. semu tutti devoti tutti», con il montaggio a cura di Andrea Di Giovanni e Giuseppe Tiralosi. La seconda, «Tra sacro e profano» è a cura di Alain El Sakhawi e ci regala una suggestione di immagini storiche della celebre Festa catanese. Il documentario è prodotto da Scenario Pubblico/Compagnia Zappalà Danza – Centro Nazionale di Produzione della Danza.

Il progetto è firmato a quattro mani da Roberto Zappalà e Nello Calabrò. Il 4 febbraio alle ore 20.30 sarà trasmesso in streaming «A. semu tutti devoti tutti?», co-produzione tra il Teatro Stabile di Catania e Scenario Pubblico / Compagnia Zappalà Danza e Premio Danza&Danza 2009 come Miglior spettacolo italiano. La “A” sta per Agata, la santa patrona della città di Catania. La santa martire a cui sono stati strappati i seni per punizione al rifiuto delle avances del proconsole.

Il 25 marzo 2021, lo spettacolo è in programma, in un’unica data dal vivo, sul palcoscenico dell’Opera Madlenianum di Belgrado – con il titolo tradotto: «A.Jesmo li svi mi žrtvovani?» – in occasione del Belgrade Dance Festival.

Share.

About Author

Comments are closed.