fbpx

Il viaggio a piedi dal Friuli alla Sicilia: il cammino di Elio Brusamento

0

Elio Brusamento, “camminatore” friuliano ed ex alpino, fa tappa a Comiso. Elio sta percorrendo a piedi tutta la penisola italiana: un viaggio lungo 5200 chilometri con un obiettivo: sensibilizzare l’opinione pubblica sulla sclerosi tuberosa, rara malattia genetica che colpisce soprattutto nell’età infantile.

Nel suo viaggio Brusamento, ex tecnico radiologo in pensione, originario di Padova, ma friulano d’adozione, toccherà 320 comuni da nord a sud: è partito da Muggia, all’estremo confine orientale con la Croazia, ritornerà a Udine, sua città d’origine, nel maggio 2021.

A Comiso, Brusamento è stato ricevuto in municipio dalla sindaco, Maria Rita Schembari ed è stato accolto dal gruppo Masci, che lo sta affiancando nelle tappe nelle varie città italiane.

Insieme a loro, Brusamento ha visitato il Mulino Inxiraro, uno dei sette mulini del XVII secolo, realizzati a Comiso, lungo il fiume Ippari, dai conti Naselli. Il mulino è gestito oggi da Giovanni Barone e dalla figlia Elsa. Il Mulino è stato recuperato dalla famiglia Barone che ha trovato le tracce degli antichi insediamenti: la particolare struttura dell’edificio fa anche ritenere che esso, prima di essere convertito in mulino, potesse essere un’antico fortino, una torre, situata a valle del centro abitato per presidiare la vasta piana del fiume Ippari. Ma l’edificio conserva anche le tracce di un passato più recente, una nevicata ed un allagamento del XIX secolo, di cui gli ignoti proprietari del passato (o altri al loro posto) hanno lasciato traccia attraverso dei segni e degli scritti sui muri esterni dell’edificio. Esso è dunque custode di un pezzo della storia della città di Comiso e delle sue contrade, di una civiltà contadina scomparsa, tuttora da decifrare e da scoprire interamente.

Da domattina, Brusamento proseguirà il suo cammino verso altri comuni della provincia per risalire lungo la costa ionica.

A conclusione dei suo viaggio, Brusamento scriverà un libro che si chiamerà “Terre di confine” che sarà anche un racconto del suo viaggio e dei luoghi che lo hanno ospitato.

Share.

About Author

Giornalista, laureata in Scienze Politiche, indirizzo storico-politico, collabora con il Giornale di Sicilia, agenzia Ansa, con la trasmissione Rai "UnoMattina - Storie Vere", con la rivista “Città Nuova”, il quotidiano on line Siciliainternazionale, il mensile “Agrisicilia”. Precedentemente, ha lavorato nelle emittenti televisive Telecittà Val d’Ippari, e20sicilia e Videouno, ha collaborato con il quotidiano on line “Il Giornale di Ragusa”, con il settimanale “Centonove”, con i quindicinali “Insieme” e “La Città”. Ha insegnato lingua italiana nella “Santa Maria Goretti Secondary School” di Tarxien (Malta). Nel 2009 ha ricevuto il “Premio giornalistico Angelo Campo”, assegnato dal Panathlon Club di Ragusa e dalla Provincia Regionale di Ragusa.

Comments are closed.