Consorzi di Tutela e nuove regole in Italia: l’Igp di Pachino a Reggio Emilia

0

Le nuove regole per i consorzi di tuela delle Denominazini di origine Italiane. Il tema è stato affrontato a Reggio Emilia, dove si è svolta, il 25 maggio , la tavola rotonda su “L’evoluzione dell’attività di vigilanza nel corso degli ultimi 20 anni: esperienze proposte di evoluzione normativa”. L’evento si è svolto nella città dove ha sede il Consorzio del Formaggio Parmigiano Reggiano, ha visto la partecipazione di alcuni tra i principali Consorzi di Tutela delle Denominazione di Origini italiane (AICIG). Tra i partecipanti anche il Consorzio di Tutela del Pomodoro di Pachino IGP, per affrontare tematiche quali la difesa e la promozioni delle specialità agroalimentari locali.

“Sono occasioni come queste che permettono alle tante eccellenze gastronomiche sparse per il nostro bellissimo Paese di rimarcare la propria forza sul mercato”, ha sottolineato il presidente del Consorzio Salvatore Lentinello. Riflettori puntati sul padrone di casa, il buonissimo Parmigiano Reggiano del quale, nel corso della giornata, è stata mostrata la cottura con l’antico e suggestivo metodo del fuoco a legna. Sabato 26, si è svolta la visita al Caseificio del Parmigiano Reggiano Villa Curta di Reggio Emilia.

Un connubio importante, quello tra l’Emilia e la Sicilia, soprattutto da quando, nel 2016, il Consorzio è entrato a far parte del Direttivo dell’AICIG. Evento che il direttore Salvatore Chiaramida aveva salutato con entusiasmo, aggiungendo una nota di velata provocazione: “Quello che è singolare è che, mentre il Consorzio raggiunge risultati ragguardevoli a livello nazionale, nell’ambito delle istituzionali politiche locali invece venga ignorato e spesso, addirittura, boicottato”.

Share.

About Author

Comments are closed.