Antica Trasversale Sicula al rush finale: tappe a Bosco Angimbè, Segesta e Mozia

0

Verso la conclusione il percorso della “Antica Trasversale Sicula”. Il gruppo composto da Peppe De Caro, Tano Melfi e Claudio Lo Forte, con i due archeologi, Giuseppe Labisi e Sareh Gheys, è partito il 4 ottobre da Kamarina (Vittoria) ed ha percorso tutto l’enroterra siciliano, cercando di “mappare” le strade che riprendono l’antico tracciato della “trasversale sicula”, la strada che dalla città greca di Kamarina, portava fino a Morgantina, a pochi chilomtri dall’odierna Enna e poi fino a Marsala ed all’isola di Mozia.
La penultima tappa del viaggio ha visto il gruppo partire dal Centro didattico Bosco Angimbè, dove aveva aoggiornato per la notte e percorrere gran parte del bosco, purtroppo distrutto dall’incendio dell’estate scorsa.

I cinque sono passati da Segesta, seguendo il sentiero della transumanza e passando da siti archeologici di una bellezza indescrivibile. “Lì – scrivono sulla loro pagina facebook –  abbiamo sostato poco più di un’ora per godere del panorama e dell’energia di questa terra elima. Ripreso il cammino abbiamo scelto di fermarci a solo 6 chilometri da Fulgatore (dopo aver percorso circa 20 chilometri) nell’area di una stazione ferroviaria dismessa. Ci siamo svegliati stamattina sotto una pioggia insistente ma fiduciosi abbiamo raggiunto Fulgatore dove ad attenderci c’era il proprietario del Bar Vultaggio che ci conosce sin dal nostro primo passaggio dello scorso anno. Dopo una pausa rigenerante ed i gentili omaggi ricevuti, riprenderemo il cammino verso Mozia, destinazione ultima del nostro progetto, circa 27 chilometri. Anche oggi, per scelta, sosteremo in tenda a metà strada, domani vogliamo goderci la meta ed il bellissimo tramonto”.

Share.

About Author

Giornalista, laureata in Scienze Politiche, indirizzo storico-politico, collabora con il Giornale di Sicilia, agenzia Ansa, con la trasmissione Rai "UnoMattina - Storie Vere", con la rivista “Città Nuova”, il quotidiano on line Siciliainternazionale, il mensile “Agrisicilia”. Precedentemente, ha lavorato nelle emittenti televisive Telecittà Val d’Ippari, e20sicilia e Videouno, ha collaborato con il quotidiano on line “Il Giornale di Ragusa”, con il settimanale “Centonove”, con i quindicinali “Insieme” e “La Città”. Ha insegnato lingua italiana nella “Santa Maria Goretti Secondary School” di Tarxien (Malta). Nel 2009 ha ricevuto il “Premio giornalistico Angelo Campo”, assegnato dal Panathlon Club di Ragusa e dalla Provincia Regionale di Ragusa.

Comments are closed.