Le foto di Phil Stern donate al comune di Comiso. Le immagini dello sbarco del 1943

0

Le foto di Phil Stern, il fotografo che immortaò, con le sue immagini, lo sbarco dell’esercito statunitense in Sicilia nel 1943, saranno donate al comune di Comiso. Si tratta di quindici foto che immortalano situazioni ed eventi che si sono verificate poprio nei dintorni e nel centro abitato di Comiso.

Lì’idea di donare alcune foto al comune era stato dello stesso Stern che, nel luglio 1943, si era recato in Sicilia per le celebrazioni dei 70 anni dello sbarco, che si erano svolte a Catania. Ma Stern era voluto venire a Comiso, città legata ai suoi ricordi di sapoldato con la passione della fotografia.

Fu l’utimo viaggio di Stern in Italia. Il fotografo è morto nel dicembre 2015. I figli hanno deciso di dar seguito al desiderio del padre, dondando quindici foto. Per questo, è stata allestita la mostra ospitata nel cortile della Fondazione Bufalino.

Saranno presenti il sindaco, Filippo Spataro, l’assessore Mariella Giurato, i familiari di Phil Stern, il giornalistica-scrittore e storico Ezio Costanzo, che ha curato la consegna delle foto al comune di Comiso. sarà presente anche il Gruppo di Rievocazione Storica dell’Associazione “Husky 1943” in uniformi storiche statunitensi della Seconda Guerra Mondiale con una jeep Willis. Il Museo di Modica esporrà quattro manichini di uniformi originali e una serie di elmetti Usa dell’epoca.

Un adelle foto più famose è quella della resa dei militari e civili italiani a Comiso, davanti alle mura di Palazzo Occhipinti. Sulla parete la scritta “Vincere” suona da contraltarene spicca per contrasto di fronte a quel momento dlla resa. Una resa, però, che non tradisce disperazione nè angoscia: in tati attemdevano ormai lo sbarco come una liberazione e le mille traversie del conflitto bellico avevano minato la resistenza dei siciliani. Da qui la “resa”

Share.

About Author

Giornalista, laureata in Scienze Politiche, indirizzo storico-politico, collabora con il Giornale di Sicilia, agenzia Ansa, con la trasmissione Rai "UnoMattina - Storie Vere", con la rivista “Città Nuova”, il quotidiano on line Siciliainternazionale, il mensile “Agrisicilia”. Precedentemente, ha lavorato nelle emittenti televisive Telecittà Val d’Ippari, e20sicilia e Videouno, ha collaborato con il quotidiano on line “Il Giornale di Ragusa”, con il settimanale “Centonove”, con i quindicinali “Insieme” e “La Città”. Ha insegnato lingua italiana nella “Santa Maria Goretti Secondary School” di Tarxien (Malta). Nel 2009 ha ricevuto il “Premio giornalistico Angelo Campo”, assegnato dal Panathlon Club di Ragusa e dalla Provincia Regionale di Ragusa.

Comments are closed.